Questo articolo è stato letto492volte!

Mediaset e il fondo di private equity Peninsula hanno sottoscritto un accordo che “blinda” il progetto Media For Europe, la società che nascerà dalla fusione delle attività spagnole e italiane del brodcaster.

Di seguito il comunicato Mediaset:

In relazione all’operazione di fusione transfrontaliera per incorporazione di Mediaset S.p.A. (Mediaset) e Mediaset España Comunicación, S.A. (Mediaset España) in Mediaset Investment N.V. (la Fusione), società di diritto olandese interamente controllata da Mediaset che, con il perfezionamento della Fusione, assumerà la denominazione “MFE – MEDIAFOREUROPE N.V.” (MFE), Mediaset comunica di aver sottoscritto in data odierna, previa delibera del Consiglio di Amministrazione, un accordo con Peninsula Holding S.a.r.l. (Peninsula) volto a limitare il potenziale esborso a carico delle società coinvolte nella Fusione per effetto dell’acquisto di azioni oggetto di recesso non altrimenti collocate.

Mediaset ribadisce che la Fusione consente il conseguimento di vantaggi strategici e operativi ottenibili solo attraverso un’aggregazione societaria guidata da un management team unitario e coeso, che abbia una visione chiara delle priorità strategiche e del modello di business capace di creare valore per tutti gli azionisti.  Mediaset ritiene, inoltre, che è nell’interesse della società, dei suoi azionisti e di tutti gli stakeholders agevolare il completamento della Fusione e che l’accordo raggiunto con Peninsula sia funzionale a tale fine.

In virtù di tale accordo, Peninsula si è impegnata ad acquistare, su richiesta di Mediaset, fino ad un massimo complessivo di 355 milioni di azioni MFE derivanti (i) dal recesso da parte di soci di Mediaset che siano detentori di una partecipazione non inferiore al 5% del capitale e (ii) dal recesso da parte di soci Mediaset España fino ad un massimo di 17,8 milioni di azioni MFE. L’impegno di Peninsula è condizionato, fra l’altro, al perfezionamento della Fusione e ad un numero totale di azioni MFE risultanti dal concambio delle azioni Mediaset e Mediaset España oggetto di recesso non superiore a 470 milioni (salvo ripristino del flottante al primo giorno di quotazione di MFE).  Ai sensi dell’accordo, è previsto il pagamento di una commissione e il prezzo di acquisto sarà pari al prezzo di recesso per azione dedotto uno sconto.

Mediaset avrà la facoltà di attivare l’impegno di Peninsula; in caso di attivazione l’acquisto, in quanto condizionato al perfezionamento della Fusione, avrà ad oggetto azioni della società incorporante MFE (risultanti dal concambio delle azioni Mediaset e Mediaset España per effetto della Fusione) e sarà perfezionato alla data di regolamento del recesso.

Nell’ambito dell’accordo, Peninsula ha assunto impegni di stand-still e, rispetto a tutte le azioni MFE acquistate, di lock-up.

Il consiglio di amministrazione di Mediaset è stato supportato da una primaria istituzione finanziaria che ha rilasciato un parere di congruità dei termini e delle condizioni economiche dell’operazione da un punto di vista finanziario.

Mediaset dichiara: «Esprimiamo soddisfazione per la scelta con cui un fondo di primaria rilevanza internazionale ha deciso di supportare il progetto industriale di Mediaset riconoscendone il valore e la portata strategica».

Peninsula dichiara: “Abbiamo seguito con notevole interesse gli sviluppi del Gruppo Mediaset negli ultimi anni e crediamo fermamente nel progetto industriale della società. Siamo lieti di supportare tramite questa operazione il Gruppo e partecipare così alla nascita di uno dei principali operatori Europei nel settore dei media”.

Peninsula Holding Sarl è una holding company di diritto Lussemburghese attiva nel settore azionario (Private e Public Equity) Europeo. Peninsula gestisce capitali di alcuni dei principali Fondi Sovrani e investitori istituzionali internazionali. Peninsula è già presente in Italia con quote in diverse società quali Italo, KIKO Milano, Azimut Holding, Guala Closures e Garofalo Healthcare.