Questo articolo è stato letto154volte!

 

Milano, settembre 2021

Rispetto a un anno fa chi sottoscrive una nuova offerta in promozione dovrà affrontare un canone mensile più alto (+12%). Ormai la durata promozionale delle offerte è sempre più lunga, fino a diventare quasi permanente. Diventa sempre più frequente, inoltre, la presenza di un costo iniziale di attivazione, da pagare subito, che sostituisce il contributo di attivazione che veniva ‘spalmato’ nel canone e rateizzato in diversi mesi. Il costo iniziale è quasi sempre richiesto dalle offerte Internet wireless ma caratterizza anche alcune offerte Internet casa tradizionali.

L’osservatorio Tariffe.Segugio.it, in collaborazione con SOStariffe.it, analizza l’evoluzione dei prezzi delle offerte Internet casa  praticati dai provider nell’ultimo anno, da settembre 2020 a oggi, mettendo a confronto i dati raccolti lo scorso anno con quelli attuali per “fotografare” l’evoluzione del mercato di telefonia e Internet per la casa.

Il canone mensile standard va giù ma tutti gli altri costi salgono

Rispetto a 12 mesi fa, chi vuole cambiare compagnia e navigare da casa con un nuovo operatore Internet dovrà sostenere da subito un costo più elevato. È quanto viene fuori dallo studio condotto da SOStariffe.it in collaborazione con Tariffe.Segugio.it, considerando le principali offerte pubblicate sul comparatore offerte Internet casa.

In particolare, rispetto al settembre del 2020, oggi il canone mensile standard delle offerte internet casa si è un po’ ridotto (-11%), calando da 30,5 a 27,1 euro mensili. Il canone mensile per chi sottoscrive una nuova promozione è viceversa salito (con un incremento del 12%), passando da 22 a 24,6 euro al mese.

Mentre un anno fa il periodo promozionale andava da un minimo di 3 mesi fino a una durata indeterminata, ora le promozioni sono quasi sempre ‘perenni’. Dunque, il canone promozionale sarà lo stesso per tutta la durata del contratto e quello standard non verrà mai addebitato.

Attivazione alle stelle e modem di valore più basso: cos’è cambiato

Il costo di attivazione, fino a un anno fa, si aggirava sui 75 euro e veniva inserito nel canone e ripartito mese per mese, di solito in 15 mesi. In questo modo non ci si accorgeva quasi dalla sua esistenza. A settembre 2021, invece, il costo di attivazione incluso nel canone è più che raddoppiato (+106%) raggiungendo una media di 156 euro. La ripartizione avviene in 24 mesi.

Le offerte sono “senza vincoli” ma con un costo iniziale

In alcuni casi, tuttavia, al posto del costo di attivazione si deve sostenere un costo iniziale delle offerte, da affrontare al momento della sottoscrizione e non rateizzabile, in media pari a 51 euro. Deve sostenere un costo iniziale chi, ad esempio, sottoscrive un’offerta internet wireless, per coprire i costi di installazione e dei dispositivi di connessione. Tale contributo iniziale viene talvolta richiesto anche per le offerte Internet casa tradizionali.

Il modem incluso nella maggior parte delle promozioni ora ha un prezzo più basso (-36%). Un anno fa il suo valore era di circa 75 euro mentre oggi è di 48 euro. Si sono moltiplicati, inoltre, i servizi di TV in streaming che vengono proposti in abbinamento o regalati con gli abbonamenti per la connessione Internet, contribuendo a far aumentare il valore delle offerte.

Come individuare l’offerta più adatta alle nostre necessità

I dati dello studio evidenziano un aumento dei costi medi delle tante offerte Internet casa commercializzate dai vari provider a distanza di un anno dall’ultima rilevazione.

Fare la scelta più adeguata alle proprie esigenze sarà più semplice se si utilizza lo strumento di comparazione delle promozioni Internet casa di TariffeSegugio.it, con il quale si ha la possibilità di confrontare gratuitamente le migliori soluzioni disponibili sul mercato.