Questo articolo è stato letto179volte!

Il contesto attuale, ancora collocato nel pieno dell’emergenza per la pandemia da Covid-19, ci ha portati a fare leva sul nostro spirito di adattamento e attuare alcuni cambiamenti nelle nostre abitudini, sia nell’ambito delle relazioni ma soprattutto per quelle attività quotidiane che fanno parte della nostra routine, come per esempio gli acquisti. Ed è in questo contesto che tutta l’Italia ha visto un’accelerazione di tutti quei processi di digitalizzazione, processo che spicca in visibilità soprattutto in quelle regione dove i dati erano scoraggianti, come la Puglia. Ed è sempre in questo contesto che, oltre alla digitalizzazione del lavoro, delle comunicazioni e dell’istruzione, fa riflettere il boom relativo alle nascite di nuove realta e-commerce, per sopperire alle chiusure e alle limitazioni dovute all’emergenza.

La situazione nazionale

Nel 2020, circa il 54% delle aziende ha visto calare il proprio fatturato a causa del virus, la maggior parte più che dimezzato. Ovvio, con la chiusura degli store fisici, dei centri commerciali e con i divieti di spostamento per buona parte dell’anno, il calo è abbastanza scontato.
Le aziende già attive con gli e-commerce, invece, hanno sentito meno il colpo e hanno stimolato anche le altre aziende a ricorrere a questo strumento che permette di abbattere qualunque tipo di barriera geografica, temporale ed emergenziale.
Gli italiani, complice il lungo lockdown ma anche le limitazioni successive, acquistano sempre di più sul web: vacanze, arredamento, abbigliamento, cibo, elettronica e tanto altro.
A livello nazionale, Roma è al primo posto per numero di aziende che hanno un ecommerce, seguita da Milano e Napoli. (fonte Repubblica.it )

La situazione in Puglia

L’e-commerce cresce anche in Puglia: numericamente parlando sia le localizzazioni che le imprese e il numero degli addetti sono in costante crescita. D’altronde il canale del web offre a tutti, imprese piccole/medie/grandi, l’opportunità di lanciare il proprio business con risultati che fino a qualche anno fa erano impensabili.
Bari si colloca, nella classifica nazionale, al settimo posto, seguita da Lecce al 16esimo,Foggia al 26esimo, Taranto al 34esimo e Brindisi al 50esimo. In tutta la Puglia, ci sono 1945 addetti impiegati negli e-commerce.

Ma cos’è l’e-commerce e perchè funziona così bene?

Un e-commerce è semplicemente un negozio online. L’azienda inserisce i suoi prodotti su un sito web, opportunamente settato per funzionare al meglio, dove il cliente può visualizzare foto, descrizione e ovviamente il prezzo. Sul sito è presente un carrello virtuale dove inserire i prodotti da acquistare e anche una cassa – sempre virtuale – dove effettuare il pagamento. La maggior parte degli e-commerce permette la scelta tra diverse modalità di pagamento: carta di credito, paypal, bonifico e contrassegno sono i più usati ma ci sono anche altri metodi come amazonpay o sisalpay ed altri.
Una volta effettuato il pagamento, avviene l’invio dei prodotti direttamente al proprio domicilio, tramite un corriere, in un giorno prestabilito.

E-commerce: i primi passi

Per chi ha un negozio fisico e non ha ancora optato per il commercio elettronico, il consiglio è quello di affrettarsi, perchè questa tendenza in aumento difficilmente farà retromarcia. C’è da dire anche che un e-commerce non è un qualcosa che si può fare in autonomia ma necessita di diversi professionisti e bisogna mettere in conto un investimento di qualche migliaia di euro.
Anche in Puglia, come in tutta Italia, la necessità dell’e-commerce per non sopperire al cambiamento è un’opportunità da prendere al volo, per cui non resta che rivolgersi ad una web agency a Lecce, Brindisi, Bari, Taranto o Foggia e chiedere un preventivo, in modo da poter valutare quando (il prima possibile) investire e come poter sfruttare al meglio le opportunità di business che questo strumento riserva.

Fare impresa oggi è diverso dal passato, i tempi cambiano velocemente, come le abitudini, i trend e le persone. Per questo, è necessario stare al passo con i tempi, mai adagiarsi e, oggi, essere sul web con il proprio store è essenziale.