Questo articolo è stato letto2132volte!

Oggi le criptovalute stanno pian piano prendendo il posto della moneta. Molte sono le persone scettiche e restie riguardo l’argomento. Ma bisogna ricordare che tutte le moderne tecnologie di oggi, come smartphone, computer, tablet e cosi via, fanno parte di cambiamenti avvenuti nelle generazioni passate.

Secondo quanto  si legge sul sito www.criptovalutenews.com, già da qualche tempo è iniziata la guerra contro l’uso del contante che potrebbe favorire molto la diffusione delle criptovalute. Infatti molte sono le iniziative nate con lo scopo di ridurre l’uso delle banconote, favorendo la moneta digitale.

In che modo il mondo cerca di sostituire la moneta

In stati come la Cina, la banca centrale sembrerebbe persino pronta a lanciare un valuta digitale tutta sua, in modo da convincere il popolo cinese a non usare più le banconote.

In Svezia, invece, il popolo stesso sta abbandonando da solo l’uso del contante.

L’Italia , invece, sembra ancora molto lontana da questo scopo in quanto l’uso di contanti prevale su quello della moneta digitale.

Perché preferire la noveta digitale

L’uso della moneta digitale ha il compito di evitare il riciclaggio di denaro, combattere le attività criminali, controllare l’evasione fiscale e il lavoro in nero. Nel moment in cui si usano le banconote, un pagamento non risulta tracciabile e quindi, le forze dell’ordine, non possono venire a conoscenza di una transizione eseguita in questo modo.

Per riuscire a controllare i vari spostamenti, ci sono norme che monitorano le transizioni di un importo molto elevato all’interno del proprio conto corrente nell’arco di un mese.  In questo caso  sarà compito  delle banche o di vari istituti finanziari che forniranno i nominativi all’Unità Finanziaria della Banca d’Italia i nominativi di chi effettua un numero elevato i transizioni.

Inoltre, in Italia è stata anche applicata una tassa sui contanti che viene applicata nel momento in cui viene eseguito un prelievo presso gli ATM.

Per questo motivo, l’eliminazione del contante, potrebbe favorire la diffusione delle criptovalute, anche perché, il bitcoin non sarebbe n grado di favorire il riciclaggio ma di combatterlo insieme alle forze dell’ordine.

 Perché l’eliminazione del denaro è un vantaggio per le criptovalute

Molte criptovalute hanno un grande livello di privacy che fanno in modo di registrare in modo criptato ogni transizione sulla blockchain riuscendo così a nascondere informazioni riguardanti gli importi stessi.

Nel momento in cui non si usano gli exchange, è possibile che anche il bitcoin venga usato in maniera anonima in modo tale da non riuscire a risalire all’identità dl proprietario del wallet.

In poche parole, la lotta contro l’uso del contante, potrebbe favorire gli stati delle criptovalute anonime, visto che molti utenti preferiscono sempre conservare uno stato anonimo.

 

In questo caso, il compito di banche oppure di intermediari finanziari sarà quello di trasmettere ogni informazione agli uffici di vigilanza pubblica che avrà il compito di effettuare le dovute verifiche.

La moneta digitale modifica la vita sociale

Inoltre, l’utilizzo della moneta digitale potrebbe anche modificare il rapporto tra venditore e cliente. Infatti queste permettono anche l’acquisto sui numerosi portali online, che potrebbe far in modo che ogni utente preferisca acquistare comodamente da casa , piuttosto che recarsi nei negozi fisici in cui avere anche relazioni con il commerciante.