Questo articolo è stato letto279volte!

Un passaggio generazionale quello al quale si sta assistendo da qualche anno a questa parte: se il mondo di internet è stato, per le generazioni precedente, un processo rivoluzionario che ha stravolto vite ed abitudini, oggi le nuove generazioni nascono invece già con la tecnologia multimediale in mano e vedono il suo utilizzo come un qualcosa del tutto normale.
Discorso che riguarda quindi soprattutto le nuove generazioni, abituate a condividere ed impostare buona parte della propria vita nel contesto del multimedia. Ed allora in questa cornice diventa interessante cercare di capire cosa fanno i giovani in rete, quali sono le abitudini per le quali si rivolgono maggiormente ad internet.

Cosa fanno i giovani in rete

Digitarians, questo il termine che viene utilizzato per indicare quelle fasce di giovani nati dopo il 1995, quindi arrivati dopo i millennials. Il termine fa il verso al concetto di vegetariani, che per scelta si nutrono di soli cibi di origine vegetale. I digitarians, per restare nella metafora, s i nutrono esclusivamente di quello che arriva dalla rete.
In questa abbuffata multimediale trova ampio spazio il tema dell’informazione: le nuove generazioni hanno ormai internet come fulcro all’interno del quale reperire informazioni e notizie. Il tutto grazie ad app, a siti e portali di settore che possono essere navigati da pc ma anche dallo smartphone.
Ci sono poi i social, dove la quasi totalità dei giovani trascorre buona parte delle proprie giornate: è calata drasticamente l’età alla quale si iniziano ad aprire profili sui vari Facebook, Instagram TikTok ecc… e con questa tendenza è salito in modo vertiginoso il desiderio, o forse sarebbe meglio parlare di sogno piuttosto proibitivo, di diventare influencer. Ebbene sì, una delle maggiori aspirazioni dei ragazzi della generazione digitarians è quella di diventare influencer sui social.

Le possibilità di lavoro

In un mondo di suggestioni nascono anche opportunità interessanti se si è bravi a scandagliare la rete in modo corretto. Un mosaico composto da molti tasselli, da quelli più probabili ad altri che rischiano di essere aleatori. Ad esempio in rete è cresciuto esponenzialmente il numero di chi gioca o scommette; i portali online rendono il tutto più facile e raggiungibile da chiunque.
Allo stesso modo, secondo il portale Diventaretrader.com, è cresciuto il numero di chi investe tramite le piattaforme del web: un dato che ha ancora a che fare con utenti di fasce di età più alte, i giovani non trovano molto attraente il campo degli investimenti finanziari.
Dal punto di vista lavorativo, il mondo di internet significa soprattutto commercio online: le nuove generazioni ormai hanno nel proprio dna il concetto di acquisti in rete. Ecommerce e marketplace soprattutto, vedi Amazon, sono un must e presentano numeri in crescita vertiginosa, mese dopo mese. Ecco allora che in questo contesto il campo degli acquisti in rete può rappresentare un’opportunità interessante anche dal punto di vista imprenditoriale.