SPAZIO PUBBLICITARIO

Nello studio presentato alla Conferenza internazionale dell’ATS
sono stati valutati più di 4 milioni di pazienti sottoposti alla
terapia PAP negli Stati Uniti, in Brasile e in Messico.

DALLAS–(BUSINESS WIRE)–Il monitoraggio a distanza e l’auto-monitoraggio da parte dei pazienti
può migliorare l’aderenza alla CPAP nei soggetti affetti da apnea
notturna secondo una ricerca presentata da ResMed (NYSE: RMD) (ASX: RMD)
all’edizione del 2019 della Conferenza internazionale dell’American
Thoracic Society (ATS).

Il tasso medio di aderenza alla PAP (terapia a pressione positiva delle
vie aeree), lo standard di riferimento nel trattamento dell’apnea
notturna, si aggira sul 50 per cento quando si usa la tecnologia
tradizionale senza connettività cloud o capacità di monitoraggio a
distanza.

 

SPAZIO PUBBLICITARIO