SPAZIO PUBBLICITARIO

Due giganti dell’ingegneria tedesca hanno unito le proprie forze per creare una nuova, rivoluzionaria tecnologia in grado di ridurre l’attrito che l’aria causa al moto degli aerei, favorendo di conseguenza un minor consumo di carburante. Parliamo di un trattamento laser che aggiunge squame di squalo al rivestimento superficiale dell’aereo e potrebbe far risparmiare al settore dell’aviazione circa 150 miliardi di dollari ogni anno sul carburante.

I colossi tedeschi 4JET (specializzato nella tecnologia laser) e Mankiewicz (tra i maggiori esperti al mondo di trattamento e verniciatura professionale delle superfici) stanno per rilasciare sul mercato la vernice di ultima generazione con pelle di squalo. La compagnia LEAF (Laser Enhanced Air Flow) sta invece sviluppando un laser per la realizzazione di pattern squamati sullo strato superiore della verniciatura.

La presenza di queste squame riduce l’attrito del 10%, permettendo un risparmio di carburante pari a circa l’1%, che tradotto in termini monetari vuol dire circa 150 miliardi per anno.

In cosa consiste l’effetto pelle di squalo?

Il sistema sviluppato da LEAF incide miliardi di piccoli canali sulla superficie dell’aereo, creando delle minuscole squame, simili appunto a quelle di uno squalo, che riducono la resistenza creata dall’aria.

Il processo mima il contorno della superficie della pelle dello squalo, coperta da milioni di file di piccole strutture simili a denti. Sono zigrinature della dimensione di circa 1/50 di centimetro ma utili a ridurre l’attrito dell’acqua.

Lo squalo Mako, che possiede un numero rilevante di tali zigrinature, può nuotare in acqua fino ad una velocità di 80 Km/h.

Sono proprio le caratteristiche naturali del Mako e la sue eccezionali capacità di manovra ad aver per lungo tempo influenzato lo studio e lo sviluppo di materiale e ridotto attrito.

I nuovi scenari per l’industria aerea

Anche se tentativi di utilizzare una vernice a pelle di squalo erano stati fatti in precedenza (vedi Lufthansa), e con buoni risultati, il problema era rappresentato dalla lentezza e dai costi del processo.

Il design innovativo proposto da 4JET permette di creare le particolari zigrinature a pelle di squalo ad una velocità 500 volte maggiore rispetto alla precedente tecnologia, come afferma David Belforte di Industrial Laser Solutions. La tecnologia LEAF incide un numero elevato di squame in una singola operazione (proprio Belforte parla di 15 Km di squame, circa un 1 mq di superficie, realizzate in meno di un minuto). In questo modo la produttività viene aumentata in maniera esponenziale, garantendo un notevole risparmio economico.

Il sistema LEAF è in grado di adattarsi a variabili come le curve o le superfici rivettate. Infine, il processo può essere anche svolto da robot.

SPAZIO PUBBLICITARIO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here