SPAZIO PUBBLICITARIO

Quest’anno i nuovi iPad Pro 2018, avrebbero offerto grandi novità era da tempo nell’aria, non a caso le indiscrezioni parlavano di un dispositivo all-screen con le cornici ridotte e la rimozione del pulsante Home. Hanno mantenuto la parola ma, Apple ha rivoluzionato completamente il Tablet più famoso del mondo  con tante novità, sia nei modelli da 11 sia  quelli da 12,9. Vantando un nuovo design, un fantastico dysplay Liquid Retina, una tecnologia avanzata con face ID e il potente chip A12 Bionic. Nel gennaio 2010 App ha costantemente aggiornato i suoi tablet, creandone svariate versioni, che negli anni si sono susseguite nel tempo.

Per rendere  il suo tablet, un prodotto all’avanguardia di solito si dice a tutto tondo, sono stati separati i modelli;i Pad classici, proposti a un prezzo abbordabili,  i  modelli più costosi, quelli Pro, che nelle intenzioni del gigante californiano, sono dedicate agli utenti professionisti.

Oppure  a chi ha bisogno di un tablet potente, in grado (per alcuni compiti), di poter sostituire anche un compiuter, il risultato dell’equazione quest’anno, ha dato alla luce  l’iPad Pro,  più potente, visto fino ad ora, equipaggiato con un  processore che tecnicamente potrebbe rivaleggiare con quelli di un Mac Book Pro.

Ma, il nuovo  iPad Pro, non è solo espressione di pura  potenza e non manca di soluzioni ardite. Il nuovo design è quasi un ritorno alle  origini, anche le dimensioni e la sottigliezza si prospettano siano completamente diverse, si può notare in fondo  evidente, una somiglianza delle forme, con il modello originale.

Qui il valore dei famosi  progettisti Apple, hanno compiuto un vero miracolo, spingendo i display Liquid Retina da 11” e da 12,9” fino ai bordi, inserendo poi una doppia fotocamera frontale, in  grado di sbloccare il dispositivo, con la tecnologia Face ID  il Chip A 12X Bionic con Neural Engine deriva dalla versione X aggiuntiva al nome, e  indica, che il processore è stato appositamente progettato per i Tablet, ed è in grado di fornire una maggiore potenza.
Che Apple, abbia rimosso anche  dagli iPad il Jack da 3’5  mm per le cuffie, non è stata una grande novità, ma la stessa sorte, è toccata anche all’ormai storico connettore Ligtning, che per molti anni ha accompagnato i dispositivi mobili del marchio californiano.

Al suo posto, troviamo un connettore USB-C, in grado di supportare magnificamente le maggiori prestazioni e compatibile con svariati accessori.

Ovviamente, può essere usato per la ricarica e la sincronizzazione veloce, giacché supporta UBS 3.1 Gen 2 per trasferire dati a elevata ampiezza e potenza di banda, con velocità due volte superiori rispetto al Ligtning, da, e verso  il  compiuter, fotocamere e strumenti musicali, consente anche di collegare schermi Esterni, con risoluzioni fino a 5K. Con il connettore UBS-C si può persino usare ipad Pro, per ricaricare un Iphone.

Anna Sciacovelli

SPAZIO PUBBLICITARIO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here