SPAZIO PUBBLICITARIO

L’elettronica applicata come estensione del corpo, un sistema in grado di leggere le caratteristiche  ambientali  e tradurle in un maggiore controllo di guida, è la tecnologia del futuro targata Invacare: quella dei comandi elettronici LiNX per le carrozzine dei disabili. La tecnologia gioca un ruolo primario e i nostri strumenti ausili siano sempre più di una estensione positiva intorno al quale ruotano funzioni di controllo del mezzo tanto più efficace quanto questo possa essere calibrate sulle singole esigenze dell’utente. E’ proprio nel cervello elettronico della carrozzina, infatti, che si concentrano le sue potenzialità, non solo di guida ma anche di gestione generale. Nell’utilizzare una carrozzina, infatti, necessitiamo non solo di uno strumento che ci permette di muoverci, ma abbiamo bisogno di una serie più ampia di gestioni ambientali che fanno la differenza in modo sostanziale. Si va alla ricerca di una tecnologia sempre più tecnologico e intelligente rispetto a queste innovazioni è nato il sistema di elettronica LiNX per carrozzine con comandi di guida per carrozzine, elettroniche personificate, personalizzabili ed ergonomico prodotto da invacare, le stesse. Si tratta di una smart  technology futuristica, espandibile ed adattabile a seconda dell’ evoluzione  della patologia o dell’elettronica associata. Parliamo non a caso  di cervello, e uso comandi  di guida, questo sistema innovativo è il nuovo sistema di gestione della carrozzina, che  diventa in qualche modo intelligente, rispetto all’ambiente circostante, adattando le performance di guida, in modo autonomo.

Si tratta della massima personalizzazione per meglio capire la LiNX è costituito da tecnologia hardware e software completamente integrate ed espandibili, che consentono di programmare la nostra carrozzina nei minimi dettagli e di calibrare sull’utente tutti i parametri, dalla sensibilità dello joystich fino alle movimentazioni elettroniche.  Il sistema LiNX è dotato di un’interfaccia semplice che permette  di programmare le sue funzioni  direttamente da Pc, laptop o iOS. E’ sufficiente effettuare il download gratuito della App di programmazione dall’App Store, per averne  la gestione nei propri device. Anche l’interfaccia del comando stesso su joystick è molto intuitiva(oltre che ergonomica):

quando accendi la carrozzina i comandi si accendono automaticamente nelle sue icone. L’Utente si può affidare tranquillamente a una  carrozzina in grado  di interagire al meglio con l’ambiente, significa avere una guida, che diventa  molto più scorrevole e rilassata, questo nuovo sistema ad esempio permette di gestire senza contraccolpi il passaggio dal terreno liscio a un tappeto senza quasi che l’utente se ne accorga e debba sempre stare attento dove si sta muovendo. Sarà il sistema LiNX in grado di sconfiggere sobbalzi e quindi un ottimo controllo di guida e migliore trazione nelle pendenze o salite riducendo il puntamento delle ruote anteriori quando si è in contatto con superfici morbide. Tra le funzioni della tecnologia integrata della Load Compensation, la sua capacità di assicurare, che il livello di resistenza del motore sia settato correttamente nelle ripartenze in salita, dona più tranquillità allo utente,  come pure nei passaggi delicati come l’attraversamento delle porte o il posizionarsi a livello dei tavoli per il pranzo o nello scrivere LiNX inoltre è dotato di un esclusivo sistema di tecnologia digitale giroscopica che garantisce sempre la corretta direzione della carrozzina senza dover correggere la guida.

La carrozzina si può adattare alle esigenze del singolo individuo, sia in fase di programmazione sia  in quelle di monitoraggio  ma anche quelle delle reali  prestazioni della carrozzina. Il terapista può monitorare in quale misura è utilizzata la carrozzina, ma anche la reale gestione e dunque il suo consumo. Si viene così a formare e gestire un vero dossier della carrozzina, che permette un monitoraggio delle attività dell’utente. Valido anche nella gestione del piano terapeutico.

INVACARE= Migliorare la vita del disabile

Anna Sciacovelli

SPAZIO PUBBLICITARIO